Itinerario 3

Centro Urbano con percorsiIL BORGO DI MIGLIERINA

Il nostro viaggio alla scoperta del borgo di Miglierina parte da via Salvo d’Acquisto, nei pressi del Municipio. Scendiamo verso via dei Mastri Miglierinesi e giriamo a destra in via Melissa, il viale principale del borgo lungo il quale si trovano lo storico Bar Guzzi e il Bar Torcia. Da qui, proseguiamo fino a piazza della Costituzione per trovarci a un bivio. Girando su via Pitagora, in una antica abitazione, troveremo il laboratorio tessile della signora Antonella che sarà lieta di mostrarci l’antica arte della tessitura con il telaio e qualche prezioso tessuto lavorato a mano. Continuiamo su via Pitagora, passando per Palazzo dei Granati fino a trovare, sulla destra, la chiesa Madre di Santa Lucia nei cui pressi sorge il laboratorio di Francesco, un hobbista intarsiatore e disegnatore del vetro.

Continuiamo quindi la nostra passeggiata verso la parte alta di Miglierina, imboccando via Giovanni XXIII e poi, a sinistra, via Casale, dove possiamo ammirare le abitazioni più antiche del paese (fu proprio qui che s’insediarono i primi abitanti nel ‘700). Arrivati all’altezza di viale Cristoforo Colombo svoltiamo a destra in via Dante Alighieri, per ridiscendere nuovamente verso il centro del paese. Passiamo ancora in via Giovanni XXIII e dopo circa 50 metri svoltiamo a sinistra, percorrendo via Giordano Bruno, e ancora a sinistra fino a raggiungere via Mattia Preti, dove troviamo il Palazzo Torcia. Giriamo quindi a destra e percorriamo via Matteotti dove, all’incrocio con via Cristoforo Colombo, troviamo Palazzo Torchia mentre, dalla strada, possiamo ammirare la splendida chiesa di Santa Maria del Principio, nota anche come chiesa del Rosario, la cui facciata fu scolpita da Alfonso Pallone, mastro miglierinese di fine ‘800. Proseguiamo per via Salvo D’acquisto per ritornare al punto di partenza.